Temperature in picchiata, piogge e nubifragi, vento e, sui monti, anche i primi fiocchi di neve: l'inverno bussa forte alla porta e fa sentire i suoi primi effetti. La Ciociaria non è ovviamente immune da questa situazione meteo che in poche ore scalza un'estate che sembrava non voler finire più per fare spazio ad uno scenario più consono al periodo. Purtroppo, però, come siamo stati abituati a vedere negli ultimi anni, il passaggio è come sempre brusco: prova ne sono i violentissimi fenomeni che ieri sera hanno interessato, in particolare, Roma e la zona nord della provincia di Latina, Nettuno e Cisterna in specie. Dove sono state registrate fortissime piogge e violentissime grandinate che hanno provocato molti disagi alla circolazione stradale (anche con qualche incidente) e alla popolazione.

E che la situazione meteo sia ormai cambiata e punti dritta all'inverno, saltando d'un botto l'autunno, ne è prova anche l'allerta meteo diffusa ieri dalla Protezione civile della Regione Lazio e valevole ancora sia per oggi che per la prima metà della giornata di domani. Ecco il testo:

"Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un Avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede sul Lazio dalla tarda serata di ieri, domenica 21, e per le successive 24-36 ore: venti forti o di burrasca nord-orientali, con locali raffiche di burrasca forte, specie sui settori settentrionali. Mareggiate lungo le coste esposte. (Allerta meteo-idro DPC).Sulla base dei fenomeni previsti, è stato diramato un allertamento del sistema di protezione civile regionale.