Ieri sera sparatoria in via Conte Canofari a Sora. Poteva finire in tragedia il sabato appena trascorso. I fatti riportano ad un carabiniere coraggioso che ha messo in fuga tre ladri. Sulla centrale zona erano entrati in azione tre malviventi che avevano scelto di nascondersi dietro a delle vetture parcheggiate, nella strada poco distante dal cimitero comunale tra un colpo e l'altro, pare che ieri siano stati svaligiati tre appartamenti.

Paolo Liddi, uomo in seno al corpo dei carabinieri di Torrice, stava facendo una passeggiata con il suo cane quando ha notato il movimento anomalo dei tre individui. Il carabiniere, che era a riposo dal servizio, ha immediatamente raggiunto la sua abitazione, presente in zona, per prendere la pistola. Una volta tornato sul posto ha intimato ai ladri di andar via dato che lui era appunto un carabiniere.

Uno dei tre dall'accento straniero ha così deciso di sparare un colpo di pistola (forse più di uno) ad altezza d'uomo che fortunatamente il carabiniere ha schivato. Il panico si è generato tra le decine di persone, tra cui bambini, presenti in quel momento sotto il condomino che ospita 18 famiglie. Liddi, sorano d'adozione, ha sparato successivamente un colpo in aria che ha messo in fuga i tre malviventi, fuggiti a piedi raggiungendo i binari della vicina ferrovia Sora - Cassino. Tante le testimonianze di ringraziamento che "l'uomo del giorno", Paolo Liddi, appunto, sta ricevendo dai cittadini di Sora in queste ore.