Negozi e abitazioni. Niente e nessuno viene risparmiato dalle bande di ladri che hanno preso di mira tutto il territorio del pontecorvese: dalle aree periferiche al centro cittadino.
Atterriti nel sentirsi "vulnerabili" di fronte a tanta insistenza sul territorio (ma anche nell'hinterland) da parte dei malviventi gli stessi cittadini stanno studiando ogni mossa per tentare di contrastare i malviventi con gruppi social pronti a lanciare l'allarme. Eppure i ladri continuano a colpire. Ora anche l'amministrazione comunale scende in campo e il sindaco annuncia che incontrerà i carabinieri per affrontare la complessa situazione.

I colpi messi a segno
La lista dei furti compiuti ai danni dei cittadini è sempre più lunga. Qualche settimana fa una tabaccheria di corso Vittorio Emanuele (strada centralissima) è stata completamente ripulita di sigarette e gratta e vinci. Un colpo ben studiato messo a segno in pieno giorno durante la pausa pranzo. Non va certo meglio nelle abitazione privata. Da via Dante Alighieri alla contrada Vallario fino a via Benedetto Croce sono stati molti gli appartamenti "visitati" dove sono stati asportati soldi e preziosi.

L'ultimo furto
Ma tra domenica e lunedì i malviventi hanno messo a segno l'ultimo colpo. Quello più redditizio. Dopo aver forzato la saracinesca di un negozio di biciclette si sono introdotti all'interno dell'attività portando via bici professionali di alto livello. Il valore di ogni pezzo oscillava attorno ai diecimila euro. Complessivamente il bottino portato via dai malviventi ammonta a circa duecento mila euro. Nel negozio non c'è un sistema di allarme o telecamere. Ma sul caso stanno indagano i carabinieri.

L'appello dei proprietari
Intanto i titolari hanno lanciato un appello social a tutta la comunità: «Invitiamo tutti a diffidare da facili acquisti a prezzi bassi o vantaggiosi soprattutto da privati non conosciuti che offrono bici senza documenti fiscali e di garanzia -scrivono i titolari dell'attività commerciale sui social- Purtroppo il negozio è stato derubato e svuotato di tutte le migliori biciclette, telai e componenti di altissima gamma dei marchi Trek, Bianchi, Colnago, Cervelo, Focus per un danno economico importante. Il nostro lavoro va avanti lo stesso, feriti ma ancora vivi, con la speranza di tornare più forti di prima».

La paura della gente
L'escalation di furti continua a far crescere la paura tra i residenti. Nonostante le tante iniziative autonome in molti temono il modus operandi dei ladri che colpiscono in ogni luogo e a ogni ora.
Il sindaco Rotondo ha annunciato che chiederà un incontro ai carabinieri (già impegnati in un costante presidio del territorio) per affrontare, in modo condiviso, la situazione.
E intanto l'amministrazione ha approvato anche specifiche progettualità per incrementare i sistemi di telecontrollo.