Nessuna sparatoria in piazza. Con il passare delle ore si vanno a definire sempre meglio i particolari di quella che In un primo momento è sembrata essere una vera e propria sparatoria nel piccolo comune montano di Vallemaio. In base ai primi elementi raccolti dai carabinieri della compagnia di Pontecorvo, coordinata dal capitano Tamara Nicolai, sembrerebbe che si sia trattato dell'esplosione di decine di colpi d'arma da fuoco in aria da parte di un sessantenne del posto.

L'uomo, in evidente stato di alterazione da alcol, avrebbe Infatti esploso decine di colpi da un fucile calibro 20, colpi che avrebbero raggiunto dal balcone della sua abitazione - nella contrada San Tommaso - dal quale si è affacciato per sparare (e non per strada come era sembrato secondo una primissima ricostruzione dei fatti) anche alcune auto sottostanti, forse di rimbalzo. Ma anche questo è un elemento che resta al vaglio dei carabinieri. Almeno quattro le auto dell'Arma che hanno raggiunto Vallemaio insieme a un'ambulanza, per cercare di convincere l'uomo a lasciare il fucile e ad accettare i controlli sanitari. 

L'allarme sembrerebbe essere stato stato lanciato dai vicini di casa intimoriti dalla deflagrazione di una raffica di colpi: il timore degli stessi soccorritori all'arrivo sul posto è stato quello di trovare persone con ferite da arma da fuoco. Per fortuna non si è trattato di nulla di tutto questo: l'uomo, riportato alla ragione soltanto dall'esperienza dei militari intervenuti e dopo una lunga trattativa, ora rischia l'arresto. Ancora non chiari i motivi del gesto. Il sindaco Meucci, sul posto, ha rassicurato tutti: "Nessuna sparatoria e nessun ferito. I militari hanno riportato il sessantenne alla ragione".

Terrore negli occhi della gente per quei colpi di arma da fuoco esplosi, secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, durante il tragitto che separava un uomo del posto dalla propria casa. All'altezza della località Tufo, a Vallemaio, si sono sentiti solo colpi di arma di fuoco. Improvvisi. Nel cuore della tarda serata.

Chi ha realizzato subito quanto stava accadendo si è barricato in casa e ha allertato i soccorsi. I carabinieri sono arrivati a sirene spiegate sul posto. In tutti la paura che qualcuno fosse rimasto vittima di quei proiettili. E invece, fortunatamente, lo scenario non sarebbe assolutamente questo. L'uomo, forse in preda a qualche stato di alterazione, forse ubriaco, pur avendo esploso diversi colpi (ancora non si sa se con una pistola o un fucile) non ha colpito nessuno. In questo momento i militari lo avrebbero portato via. Si tratterebbe di un sessantenne del posto, che a questo punto rischia l'arresto. 

SEGUONO AGGIORNAMENTI 

di: La Redazione

Colpi di arma da fuoco e terrore. Poco fa, in contrada Tufo a Vallemaio, un uomo avrebbe esploso due colpi per strada senza ferire nessuno. Almeno da una prima ricostruzione. Sul posto c'è grande tensione: subito sono arrivati carabinieri e ambulanza. La gente ha paura.

di: La Redazione