Purtroppo non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. La raccolta differenziata non è ancora estesa su tutto il territorio, e così i cassonetti rimasti in alcune zone vengono presi d'assalto anche da chi è in "trasferta". Sono stracolmi di rifiuti, un giorno sì e l'altro pure. Così accade che chi abita nelle aree dove non è attivo il servizio, si ritrova addirittura costretto a riportare a casa le buste per evitare che si aggiungano allo scempio attorno ai contenitori. Appelli arrivano da via Chivi San Benedetto, Sant'Agata, via Stazione e San Rocco, per citarne alcuni. La polemica corre anche sui social.

In particolare nel gruppo "Ferentino proposte e lamentele" dove spesso vengono portati all'attenzione i cassonetti pieni di buste e sacchi. Buste e sacchi gettati da chi invece di differenziare raggiunge i vicini contenitori per disfarsi del materiale. A contribuire allo scempio anche cittadini che arrivano da altri comuni limitrofi. «Siamo stanchi di ritrovarci i cassonetti pieni di rifiuti. Siamo stanchi di vedere sporcizia davanti alle nostre abitazioni o nelle strade della nostra zona lo sfogo di un cittadino Rifiuti anche in balìa dei cani che sentendo odori rompono le buste facendo disperdere cartacce, plastica, umido, ovunque». «Speriamo che l'amministrazione comunale riesca a trovare una soluzione - aggiunge un altro residente - per scoraggiare chi getta i rifiuti dove non dovrebbe. La soluzione intanto potrebbe trovarsi togliendo i cassonetti ed estendendo la differenziata su tutto il territorio»