Ennesimo arresto per spaccio dall'inizio dell'anno da parte dei militari della Compagnia di Sora. Questa notte, intorno all'1.30, a Veroli, in contrada Vittoria, i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Sora hanno arrestato in flagranza di reato per "detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti" un 21enne di Frosinone, di fatto domiciliato a Veroli, disoccupato, già censito per rapina, ricettazione e porto abusivo di armi.

Nel corso di un servizio di osservazione, controllo e pedinamento (Opc), a Castelliri, i militari  fermavano e perquisivano un 30enne del luogo il quale consegnava spontaneamente due dosi di "crack" del peso complessivo di 0.5 grammi, acquistate poco prima presso l'abitazione del 21enne. A seguito di tale confessione, i militari si appostavano nei pressi dell'abitazione del presunto spacciatore, che aveva anche installato una telecamera nei pressi del portone blindato d'ingresso e dopo circa un'ora di attesa l'uomo usciva di casa.

In quel momento lo stesso veniva immediatamente bloccato dai carabinieri che procedevano ad una perquisizione domiciliare, rinvenendo materiale per il confezionamento delle dosi e 685 euro, provento dello spaccio, nonché, occultati all'interno di alcuni barattoli nel mobilio della zona giorno, 36 dosi di cocaina già confezionate del peso di 7.20 grammi 22 dosi di crack del peso complessivo di 7 grammi e 14 dosi di hashish già confezionate del peso complessivo di 35 grammi, il tutto sottoposto a sequestro.

L'arrestato, al termine delle formalità di rito, veniva posto agli arresti domiciliari, mentre l'acquirente sarà segnalato, quale assuntore, alla Prefettura di Frosinone.