Un passo decisivo per il controllo della qualità dell'aria in città, a Sora, anche se con la defezione dei comuni vicini. Lo annuncia il Comune con il via libera alle centraline per il monitoraggio delle polveri sottili comprese.

«Dopo gli avanzamenti registrati la scorsa settimana sulla mobilità sostenibile con il percorso ciclabile in ambito urbano e periurbano - informa una nota diramata dal municipio di corso Volsci - l'amministrazione De Donatis porta a termine un ulteriore risultato sul delicato tema della tutela ambientale e del miglioramento della qualità dell'aria. Nel pomeriggio di giovedì si è svolto in Comune un tavolo tecnico per installare le centraline per la rilevazione delle polveri sottili in un'ottica intercomunale: purtroppo però le altre amministrazioni coinvolte hanno disertato l'incontro».

Assenti, infatti, gli amministratori di Broccostella, Arpino, Isola del Liri e Castelliri. Defezioni che comunque non scoraggiano De Donatis e i suoi. «Il Comune di Sora - prosegue la nota - promotore della redazione del Pio (Piano d'intervento operativo) intercomunale, affrontando di petto il delicato e sentito tema del risanamento della qualità dell'aria, ha comunque deciso di proseguire autonomamente per tale strada prevedendo l'installazione delle centraline. Convinti dell'urgenza di affrontare le criticità più complesse in materia ambientale, abbiamo elaborato con il Pio una strategia ed un piano di intervento ambizioso, capace da un lato, di recepire i risultati della qualità dell'aria dell'Arpa Lazio, dall'altro di affrontare concretamente la problematica mediante progressivi e precisi interventi, progetti di tipo strutturale e provvedimenti da attuare. L'installazione delle centraline rappresenta quindi una risposta reale all'esigenza di monitorare la qualità dell'aria, un prezioso quanto necessario supporto tecnologico che la cittadinanza di Sora attendeva da tempo e che ci pone in linea con gli standard europei».