Seviziata e minacciata di morte: un incubo ora finalmente finito per una donna. L'aguzzino è in carcere. Nella giornata di ieri, la Polizia di Stato del Commissariato di Cassino ha eseguito un ordine di carcerazione nei confronti in un uomo di 57 anni, residente a Piedimonte San Germano (FR), dovendo espiare la pena della reclusione di 6 anni e 6 mesi. L'uomo si era reso responsabile, nell'ottobre 2008, di lesioni personali, sequestro di persona, violenza sessuale e minacce nei confronti di una donna, all'epoca dei fatti 48enne. In particolare  aveva condotto, una sera, la donna, con la quale aveva intrattenuto una relazione sentimentale, in un appartamento di Casoria (NA), all'interno del quale aveva abusato di lei: insulti e percosse e poi l'aveva denudata. Successivamente l'aveva immobilizzata al letto con delle manette, costringendola a subire ripetutamente violenze sessuali, utilizzando anche stimolatori erotici di grandi dimensioni. Le gravi sevizie erano continuate per la notte intera fino al mattino successivo. L'uomo poi aveva accompagnato in auto la vittima presso il suo luogo di residenza nel frusinate, abbandonandola in strada e minacciandola di morte se avesse riferito l'accaduto. Esperite le formalità di rito, l'uomo è stato tasferito presso la Casa Circondariale di Cassino nella serata di ieri.