La compagnia carabinieri di Alatri, agli ordini del Maggiore Argiró, questa mattina ha tratto in arresto per il reato di estorsione un minore, di 17 anni di Alatri. Il minore, con già numerosi precedenti penali in materia di stupefacenti, minacce e lesioni, ha in un primo momento richiesto con toni minacciosi il telefono cellulare della propria madre, telefono che avrebbe poi voluto rivendere con il probabile intento di ricavarne soldi per le proprie necessità.

Da qui è scaturita una violenta lite con la stessa e poi con il padre. I militari sono stati immediatamente allertati e, giunti sul posto, sono intervenuti nel tentativo di far calmare le acque. Ma il minorenne ha prima sottratto con violenza il telefono alla madre quindi si è dato alla fuga, non prima di averla minacciata che le avrebbe fatto sparare. I militari, però, lo hanno rapidamente bloccato ed arrestato.

A seguito di perquisizione personale il minore (sulla cui identità non è stato riferito alcunché) è stato anche trovato in possesso di 24 grammi di marijuana, già confezionata in sei dosi, e di poco più di mille euro in contanti. Il pubblico ministero di turno del tribunale dei minori di Roma ha quindi disposto la traduzione del 17enne presso il centro di prima accoglienza di Roma.