Un vertice sulla sicurezza, per cercare soluzioni che possano mettere fine ai furti che negli ultimi giorni stanno creando malcontento e rabbia nei cittadini e soprattutto nei malcapitati.
Ladri scatenati a Ripi, ma anche a Ceprano e nelle zone limitrofe tra cui Veroli e Monte San Giovanni Campano. Non si esclude, infatti, che ad agire sia la stessa banda, composta da quattro persone. Segnalate due auto sospette, una Mini Countryman Cooper S scura e una Fiat Punto. Ieri pomeriggio il sindaco di Ripi, Roberto Zeppieri, ha incontrato il maresciallo dei carabinieri e il comandante della polizia locale. Il primo cittadino è pronto a scrivere una lettera anche agli organi competenti in materia di sicurezza.

I raid e lo sfogo sui social
«Stanotte (tra sabato e domenica, ndr) Ripi è stata sotto l'assalto di ladri senza scrupoli. Hanno rubato in decine di case, compresa casa dei miei genitori, tra le 20.30 e le 23.
-scrive su Facebook un cittadino- Io li ho beccati in flagrante e inseguiti con la macchina. Ma erano troppo veloci e spregiudicati. Guidavano una Mini Countryman Cooper S scura con tetto bianco, risultata rubata a Roma pochi giorni fa. Erano giovani, magri e alti».
La zona Meringo Alto è stata la più colpita nella serata di sabato, nella notte fra domenica e lunedì i ladri sono entrati in azione a via Cupera e Selvapiana. Colpi e tentativi di furti registrati anche nei giorni scorsi a Ceprano, a Monte Sa Giovanni Campano. Un tentativo anche a Veroli, l'altra sera, a Casino Novelli. Ladri messi in fuga da un cane.
Segnalata una Fiat Punto che sarebbe stata notata più volte nella contrada verolana, ma anche nei paesi limitrofi, insieme a una Mini. Paesi presi di mira dai ladri.

Ieri pomeriggio il sindaco di Ripi, Roberto Zeppieri, alla luce dei fatti accaduti, ha tenuto un incontro con il maresciallo della locale stazione carabinieri e il comandante della polizia locale.