Sono passati 14 anni da quando la scuola primaria "Pio Di Meo" di Cassino ha partecipato per la prima volta al progetto di adozioni a distanza "Sulle ali della solidarietà". In questi anni tutti gli alunni che hanno frequentato la nostra Scuola hanno rinunciato a comprare per sé un dolce, una bustina di patatine, un giochino o altro per metterli nel salvadanaio della propria classe e, alla fine dell'anno scolastico, destinare la somma risparmiata ai bambini bisognosi della Costa d'Avorio. La scuola in quel Paese non è gratuita: può frequentarla soltanto chi può permettersi di pagare la retta. Raccogliendo 100 euro si può mandare a scuola un bambino per un intero anno scolastico.

Tanti bambini, e soprattutto bambine che lì sono discriminate, hanno potuto imparare a leggere e a scrivere grazie alla solidarietà di tutti gli alunni generosi che si sono succeduti nel tempo e di tutti quelli che frequentano ancora la nostra Scuola. Un grazie ai bambini, alle insegnanti e ai genitori per la grande collaborazione dimostrata in questi anni.
Non è solo beneficenza o un gesto per sapere di essere a posto con la coscienza, questi quattordici anni hanno fatto la differenza per decine, centinaia di bambini e l'impegno profuso dalla scuola Pio Di Meo, dalle insegnanti, dagli alunni e dalle loro famiglie continuerà a cambiare il futuro di tanti altri piccoli uomini e donne. Il futuro inizia dai piccoli gesti d'amore.