Un sabato di paura quello che hanno vissuto i residenti di Pontecorvo. A generare forte preoccupazione è stata la presenza di automobili sospette che, secondo le molte segnalazioni social, appartenevano a malviventi pronti a colpire. Ma mentre c'è chi organizza iniziative per fronteggiare i ladri che stanno imperversando nel Cassinate continuano a essere messi segno altri colpi.

Il nuovo furto
I ladri hanno preso di mira il negozio di tabacchi di corso Vittorio Emanuele, strada centralissima, a due passi dal Comune. I malviventi sono riusciti ad agire indisturbati forzando l'ingresso e intrufolandosi all'interno. Una volta lì hanno fatto razzia di sigarette, gratta e vinci e soldi in cassa. Un colpo assestato che ha procurato ai proprietari dell'attività danni per circa dodicimila euro.
Una volta scoperto il furto è stato subito lanciato l'allarme e sul posto sono giunti i carabinieri della compagnia di Pontecorvo agli ordini del capitano Tamara Nicolai. I militari hanno avviato tutte le indagini del caso per tentare di ricostruire l'esatta dinamica e risalire all'identità dei malviventi.

Il precedente
Solo pochi giorni fa un altro appartamento di via Dante Alighieri era stato oggetto di una sgradita "visita" da parte dei ladri. In questo caso i malviventi, riusciti a entrare quando i proprietari non erano in casa, hanno fatto razzia di tutti gli oggetti in oro. Quella stessa sera, però, è stato tentato anche un altro colpo in una palazzina di via Benedetto Croce (parallela di via XXIV Maggio).
In questo caso il furto non è andato a buon fine perché una vicina di casa che si trovava sul balcone vedendo i malviventi ha iniziato a gridare lanciando l'allarme.

L'allarme social
Ma sabato scorso è partito anche un allarme social. Poco dopo le ventidue è stata lanciata la segnalazione Fb della presenza di un'automobile sospetta nella zona di via San Giovanni Battista. E così nel giro di pochissimi minuti sono arrivate altre segnalazioni parlando di un tentativo di furto e di malviventi che si aggiravano con un'auto bianca.
La preoccupazione tra i residenti è stata alta tanto che la segnalazione è diventata subito virale non solo sul social ma anche attraverso messaggi, whatsapp e telefonate per informare di prestare molta attenzione. Resta alta l'allerta anche in altri comuni del Cassinate, ad Aquino e Roccasecca dove nella notte tra sabato e domenica sono stati diversi gli avvistamenti.
Ad Aquino alcuni uomini sospetti sarebbero scappati alla vista di residenti allarmati.