Dalla collaborazione proficua tra l'amministrazione comunale, il Museo della Città e la Pro loco e con la preziosa partecipazione dell'Associazione musicale e culturale Ararart, nasce ad Aquino un ulteriore evento per rafforzare il connubio tra arte e tradizione.
Archiviato con orgoglio il successo di "Borgo DiVino", Aquino sceglie ancora la cornice del centro storico per la prima edizione di "Borgo all'Opera".

Dalle 16 di oggi inizieranno le visite guidate alla Torre del Palazzo Comitale dei Conti d'Aquino. Seguirà un momento musicale, a partire dalle 18, con il concerto lirico, affidato all'esecuzione del soprano Maristella Mariani e del quartetto d'archi "Refice", di violini, viola e violoncello. In caso di condizioni meteorologiche avverse il Concerto in programma si terrà alle ore 17.30 nella Sala Consiliare del Comune di Aquino, spiega il consigliere Rossella Di Nardi.

La manifestazione è compresa nel fitto cartellone della Regione denominato "Lazio delle Meraviglie - Estate della Regione Lazio" ed ha ottenuto un contributo dalla Giunta guidata dal presidente Nicola Zingaretti. Il sindaco, Libero Mazzaroppi, nell'invitare curiosi e interessati, esprime soddisfazione per la realizzazione dell'evento: "Mi preme ringraziare il direttore, Marco Germani e la conservatrice del Museo, Elisa Canetri per l'apporto inestimabile alle nostre iniziative e il sostegno allo sviluppo culturale del nostro territorio. Il loro impegno, oltre a garantire alla città eventi di elevato valore culturale, contribuisce alla crescita e alla vitalità del nostro museo, garantendo il raggiungimento di obiettivi e di riconoscimenti ambiziosi.

Colgo l'occasione per ringraziare anche la Pro loco, il suo presidente Pompeo Pellegrini e i suoi collaboratori, perché, rappresentando una realtà attiva ed attenta, oltre che fruttuosamente presente nel Comune di Aquino, offrono un supporto che incoraggia la nostra Amministrazione a cimentarsi in programmi anche di ampia portata. "Borgo all'Opera" nasce da questa rete organizzata e collaudata tra le varie realtà e sono certo che sarà occasione per confermare che Aquino pone la cultura al centro delle proprie priorità, scelta che nel corso di questi anni ha sempre ripagato con successi e soddisfazioni".