Per dieci anni ha minacciato ed ingiuriato i suoi genitori, con i quali viveva, per farsi consegnare i soldi per acquistare la droga. Protagonista della vicenda un 43enne di Cassino affetto da disturbo psicotico e antisociale per abuso di sostanze stupefacenti. L'uomo, ritenuto anche un soggetto socialmente pericoloso era ormai ossessionato dalla continua ricerca di denaro per acquistare sostanza stupefacente.

Gli agenti della polizia del commissariato di Cassino, coordinati dal sostituto procuratore della repubblica, Chiara D'Orefice, mediante una dettagliata e costante attività di indagine, hanno accertato i comportamenti reiterati e pericolosi dell'uomo. A seguito delle stesse indagini, il Gip Salvatore Scalera ha emesso nei confronti dell'uomo la misura di sicurezza personale della libertà vigilata con obbligo di residenza presso una comunità terapeutica psichiatrica

Una decisione necessaria ad interrompere la condotta del 43enne che avrebbe potuto sfociare in eventi ancora più gravi e drammatici.