Una maledetta manovra su una strada difficile e pericolosa. Potrebbe essere stata questa a provocare la tragedia: una retromarcia finita in fondo alla scarpata. E che si è portata via per sempre Romolo Giuliani, novantenne di Vallecorsa.
Sua moglie, anche lei anziana, è rimasta gravemente ferita. Sull'auto c'era una terza persona, un uomo di mezza età che viaggiava con la coppia e che ha riportato lesioni non gravi.Tutto è accaduto nel primo pomeriggio di ieri su una strada sterrata in località Campo d'Aceto, nel territorio montano ai confini tra Amaseno e Monte San Biagio. Qui i tre sono arrivati a bordo di un fuoristrada, forse per trascorrere una giornata all'aria aperta in un luogo non lontano da dove è avvenuto l'incidente.

Da quanto hanno potuto ricostruire i primi soccorritori, l'anziano alla guida avrebbe ingranato la retromarcia per girare, ma la vettura sarebbe andata oltre la carreggiata precipitando in una scarpata. Romolo Giuliani sarebbe morto sul colpo.
Sua moglie, gravemente ferita, è rimasta all'interno della vettura con l'altro passeggero in attesa dei soccorsi. Che non sono stati agevoli. Insieme ai vigili del fuoco e ai carabinieri, è arrivata un'ambulanza che però non è riuscita a salire lungo la strada sterrata e dissestata. Si è reso così necessario l'intervento dell'elicottero dell'Ares 118 che è giunto sul posto poco dopo. Il velivolo è ripartito con la donna a bordo verso un ospedale della capitale dove l'anziana è arrivata in codice rosso ed è stata subito sottoposta agli esami radiografici del caso. L'ambulanza, invece, ha trasportato l'altro ferito al pronto soccorso dello Spaziani di Frosinone. Le sue condizioni non desterebbero particolari preoccupazioni.

Difficili anche le operazioni di recupero del cadavere del povero Romolo Giuliani. La vettura era in fondo alla scarpata e raggiungerla non è stato facile. Così pure riportare sulla strada i due feriti. Il corpo del novantenne era incastrato tra le lamiere del fuoristrada. È stato recuperato dai vigili del fuoco solo dopo un paio d'ore di intenso lavoro. Si attende ora il via libera dal medico legale e dal magistrato per poter fissare il funerale dell'uomo. La notizia della tragedia è subito rimbalzata a Vallecorsa dove gli anziani coniugi sono molto conosciuti e benvoluti.