Non si placa e preoccupa il fenomeno delle truffe e dei furti a danno degli anziani. E allora alcuni cittadini inquieti a Ferentino pensano ai rimedi, ovvero come regalare compagnia (animali compresi) ai vecchi genitori per poter dormire sonni tranquilli. L'ultimo inganno, in ordine cronologico, nella città ernica si è consumato martedì scorso. A finire nel mirino dei malfattori, una donna anziana abitante in centro, in Viale Bartoli.

L'appello a tutela degli anziani è sempre lo stesso ed è rivolto in particolare ai familiari delle persone appartenenti a quella fascia più vulnerabile e che vivono sole in casa: costoro non devono aprire la porta agli sconosciuti e quando ricevono telefonate sospette, devono avvertire immediatamente i propri familiari o le forze dell'ordine. I carabinieri del Comando stazione di Ferentino sono sulle tracce dei truffatori che martedì hanno convinto l'anziana a farli entrare in casa, per poi ripulirla dell'oro che aveva con sé.
Sicuramente più scaltra era stata un'altra anziana lo scorso marzo sempre a Ferentino, la quale dopo aver ricevuto la telefonata sospetta da parte di sconosciuti, che talvolta si spacciano per avvocati o per carabinieri o per assicuratori e quant'altro, avvertì immediatamente i carabinieri. I militari arrivarono in un baleno a casa della donna e attesero in casa l'arrivo degli imbroglioni che però, forse avvertiti da un complice, non giunsero mai.

Dopo l'ultimo caso fraudolento cresce la paura in città, soprattutto tra quei familiari che hanno anziani che vivono soli in casa o che passeggiano in solitudine. C'è chi pensa a degli accorgimenti, anche tecnologici, a salvaguardia dei propri cari avanti con l'età. Addirittura una donna, avendo appreso dell'ultimo raggiro, avrebbe pensato di regalare un fido al suo papà ottantenne che vive solo. Non un allarme né porte e finestre blindate, ma si tratterebbe di un pitbull. Avrebbe deciso di trasferire il suo cane molosso notoriamente da guardia, che si affeziona particolarmente al territorio e all'ambiente dove essi vivono nonché ai suoi padroni, da casa sua a casa del suo papà vedovo (evidentemente i due si conoscono già).

Ovviamente le truffe e i furti agli anziani fanno paura e così in tanti pensano alle contromisure. Ma, è superfluo ripetere, di fronte a una qualsiasi minaccia non bisogna fare altro che telefonare al 112.