Cancello bloccato con un filo di ferro e casa messa a soqquadro in cerca del bottino: portati via soldi, orologi e gioielli. I ladri tornano a colpire a Castrocielo, nel mirino domenica sera è finita una rimessa di materiale edile e l'abitazione dei proprietari sopra all'attività lungo la Casilina. Passando per una finestra, due persone sono riuscite a entrare in casa e a portare via tutto quello che hanno potuto. Le indagini sono affidate ai carabinieri della stazione di Aquino, coordinata dal maresciallo Parrillo, e del nucleo operativo della compagnia di Pontecorvo agli ordini del capitano Nicolai che dopo un primo sopralluogo, stanno acquisendo le immagini del sistema di videosorveglianza dell'attività.

La ricostruzione
I ladri hanno agito con tutta calma e indisturbati, molto probabilmente sapevano che i proprietari erano ospiti a un matrimonio. Si sono introdotti nella recinzione dell'attività passando dal retro. Erano passate da poco le 20 e sono andati via verso le 22, quando hanno fatto ritorno a casa i proprietari. Sembrerebbero due le persone in azione che, dopo aver recuperata una scala, si sono arrampicate su una grondaia fino al balcone. Diversi i tentativi per entrare, tanti i danni: sfondate finestre e messo a soqquadro l'interno appartamento. Notevole anche il bottino: hanno portato via denaro, orologi, tutte le chiavi presenti in casa (tra cui quelle dell'attività). Tra la refurtiva sembrerebbe ci siano anche due pistole (regolarmente detenute). Il proprietario ha scoperto tutto al suo rientro dal matrimonio.
Il cancello non si apriva perché era stata bloccato con un fil di ferro e una volta salito in casa l'amara scoperta. Ma sembrerebbe che i due ladri non fossero soli.
Nelle vicinanze sarebbero state viste due auto scure sospette.

Alta tensione
Continua l'ondata di furti che da diverse settimane sta tenendo in scacco il Cassinate. Sembrerebbe che da Piedimonte e Villa Santa Lucia i ladri si siano spostati nel territorio di Castrocielo. La zona nel mirino è la Casilina, venerdì sera dei ladri avevano tentato di entrare in un'abitazione sfondando una vetrata. Abitazione che si trova a qualche metro dall'attività poi colpita domenica. Una situazione che aveva portato centinaia di persone in strada alla ricerca dei furfanti, anche dalla vicina Piedimonte.