Una chiamata nella notte, la voce spaventata di una donna che chiedeva aiuto ai carabinieri, il marito la stava minacciando. Con lei i suoi figli inermi davanti all'aggressività del padre.

Immediatamente i militari della Compagnia di Pontecorvo sono intervenuti presso l'abitazione della coppia. L'uomo, in evidente stato di ebrezza alcolica, minacciava la famiglia. Il tempestivo intervento dei militari ha consentito non solo di riportare l'uomo alla calma, ma anche di tranquillizzare la moglie che finalmente ha trovato il coraggio di denunciare quello che lei e i figli subivano da tempo.

Le immediate indagini hanno portato prima alla denuncia dell'uomo per il "reato di maltrattamenti in famiglia e minacce" e poi, nella serata di sabato, alla notifica del provvedimento emesso dal GIP del Tribunale di Cassino del "divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati, alle persone offese e ai luoghi dalle stesse frequentati".

In particolare, l'uomo dovrà rispettare la distanza di 300 metri ed evitare qualsiasi tipo di contatto anche telefonico e via internet. Un caso simile si era registrato qualche giorno fa e anche in quel caso l'intervento tempestivo dei carabinieri aveva portato alla denuncia del marito violento.