Furto in un'abitazione di via Serole, a Ceprano. I ladri si sono introdotti in una villetta della periferia nella tarda serata di sabato scorso, portando via tutti gli oggetti in oro appartenuti al marito della vedova che abitava sola nella casa.

La banda è entrata in azione approfittando dell'assenza della proprietaria, una donna di origine cepranese, emigrata con il marito in Venezuela, e che periodicamente torna in città per trascorrere un periodo di vacanza. La casa si trova in una zona isolata, su una stradina, una traversa di via Moricino, che bisogna percorrere appositamente per raggiungere le tre case che vi sono.

Molto probabilmente i ladri avevano raggiunto l'abitazione in prima serata e suonato al citofono, forse per verificare l'eventuale presenza dei padroni di casa. Al suono del campanello la donna aveva risposto, ma dall'altra parte non c'era nessuno, per cui aveva pensato a un errore. Presumibilmente, invece, erano proprio i ladri e non è escluso che si siano appostati in attesa di entrare in azione nel momento più opportuno.

Prima di cena la donna è uscita per raggiungere alcuni amici e, molto plausibilmente, i delinquenti hanno approfittato della casa vuota per introdurvisi e fare razzia. La banda ha divelto l'inferriata posta a protezione di una finestra sul retro, è entrata in casa e l'ha messa a soqquadro in cerca di oro e denaro. Un furto messo a segno con tranquillità dai malviventi che hanno potuto operare per qualche ora senza essere disturbati, vista la prolungata assenza della padrona di casa.

Hanno trovato gli oggetti d'oro appartenuti al defunto marito della donna, hanno aperto armadi e cassetti, sollevato materassi e buttato a terra ogni oggetto in cerca di preziosi, ma sono riusciti a trovare solo oro in quanto non c'era denaro in casa, dopodiché si sono dileguati. Amara la sorpresa per la donna al rientro a casa: tutte le stanze a soqquadro e l'oro sparito; purtroppo, i malviventi le hanno sottratto i preziosi che aveva conservato non tanto per il valore, quanto per il ricordo del marito scomparso.