Decine e decine di macchine e centinaia di persone per strada, anche dalla vicina Piedimonte San Germano. Fasi concitate e alta tensione. È successo venerdì sera a Castrocielo nelle vicinanze della rotatoria della Casilina. Erano circa le 22.
Un'ora prima alcuni ladri avevano tentato di entrare in un'abitazione poco distante sfondando una vetrata sul retro (danni per circa 5.000 euro). Ma sono stati interrotti dai proprietari che stavano facendo dei lavori nel giardino davanti casa. A metterli in fuga l'arrivo dalla proprietaria che era andata dietro l'abitazione per prendere degli attrezzi. Tanta la paura e le urla per l'inaspettato "incontro". I ladri, dai primi racconti tre o quattro, sono fuggiti per i terreni vicini. Subito è partito l'allarme con i vicini che si sono messi al loro inseguimento perdendo, però, le loro tracce tra gli ulivi all'altezza del cimitero. Immediato il passaparola tra i residenti per avvertire della presenza in paese di ladri.

Immediato anche l'arrivo dei carabinieri della Compagnia di Pontecorvo e della stazione di Roccasecca che, dopo aver raccolto le testimonianze, hanno perlustrato per tutta la notte il territorio. Ma non sono stati i soli. Nel frattempo erano arrivate anche persone dalla vicina Piedimonte San Germano che, da due settimane insieme a Villa Santa Lucia, è stata pesantemente colpita da furti e tentati furti in abitazione. Da giorni a Piedimonte si sono organizzati con gruppi  Whatsapp con i quali segnalare eventuali auto e movimenti sospetti. Così nella rotatoria si sono radunate centinaia di persone.
Un'altra notte insonne per paura dei ladri. Infatti quello di venerdì, a Castrocielo, non è il primo "avvistamento". Alcuni tentativi sono andati a vuoto, in altri almeno un paio i ladri hanno portato via denaro, gioielli e cosce di prosciutto.
Nei vari paesi del Cassinate l'attenzione è alta.