Emergenza calabroni. Un'estate segnata da tantissimi casi di punture da calabrone che hanno portato anche a diversi casi di shock anafilattico. Per fortuna tutti rientrati dopo i trattamenti farmacologici. Giovedì l'ultimo episodio con l'intervento dei vigili del fuoco su via Santa Lucia dopo che padre e figlia, costretti a ricorrere alle cure dell'ospedale Ss Trinità di Sora, sono stati attaccati dai calabroni che avevano formato un nido all'interno di una colonnina dell'Enel. Tanti i casi in città che hanno visto, tra l'altro anche l'intervento di Massimo Di Ruscio che protetto da un adeguato abbigliamento ha provveduto a rimuovere nidi di calabroni in molti luoghi privati, ma anche pubblici come, ricordiamo, la salita che porta all'acquedotto vicino la Cattedrale Santa Maria Assunta.