Un altro ponte da mettere in sicurezza, chiuso l'accesso principale a Villa Santa Lucia. Con un provvedimento della Provincia, è stata bloccata la strada provinciale 143 (dal chilometro 0 al chilometro 0,250) che permette ai veicoli in transito di raggiungere il paese. A motivare la decisione, proprio le «problematiche rilevate sul ponte». I tecnici hanno lavorato a lungo per apporre la nuova segnaletica e sistemare l'intera zona in modo che fosse deviato il traffico, piuttosto intenso su una delle principali arterie di collegamento.

Poi nel pomeriggio è stata data esecuzione alle disposizioni dell'Ente di piazza Gramsci. «Il provvedimento si è reso necessario per il rilevamento di alcune problematiche sulla struttura portante del ponte presente sulla strada, tali da evitare il transito dei veicoli si legge nella nota inviata dalla Provincia di Frosinone - Il traffico veicolare sarà deviato sulle strade comunali limitrofe: direzione Cassino, sulla strada comunale Santa Scolastica; direzione Frosinone, sulla strada comunale Madonna della Neve».

Lavori ormai non più rinviabili, a seguito del crollo di Genova, e dopo la circolare del Ministero che ha imposto massima attenzione in termini di sicurezza su tutto il territorio italiano. «Già la scorsa settimana ci siamo attivati e abbiamo contattato tutti gli enti preposti affinché i lavori fossero eseguiti al più presto - ha spiegato il sindaco Antonio Iannarelli - Il Comune sfrutterà gli accessi delle zona Pittoni e di via Le Querce. Ma i lavori per la messa in sicurezza erano oltremodo necessari, visto anche il traffico - anche di mezzi pesanti - in transito sulla provinciale 143. Lunedì solleciteremo ancora gli enti preposti affinché sia svolto tutto in tempi celeri e certi. E sia data un'accelerata».

I precedenti
Già a fine agosto anche il ponte tra San Giorgio e Pignataro era stato interessato dalla stessa ordinanza della Provincia per «eliminare i pericoli sulla strada che collega S. Giorgio, Pignataro e Vallemaio». Proprio per questo la circolazione era stata deviata sulla 630 e sulla 178. E anche in quel caso il primo cittadino, il sindaco Murro, aveva sollecitato anche controlli sul peso dei veicoli. La strada, come annunciato dal sindaco Iannarelli, resterà chiusa fino al completamento della messa in sicurezza e dei lavori.