Centro storico silente, ma di notte un po' meno. A Ferentino diversi cittadini indicano, specialmente attraverso i social network, il centro con il passare degli anni meno frequentato e più taciturno. Sicuramente è così, vuoi per l'emorragia di attività commerciali con l'avvento dei centri commerciali, vuoi anche per il pavé stradale di via XX Settembre e piazza Matteotti particolarmente ostile agli automobilisti oltre che ai pedoni (alcuni anziani in passato sono finiti in ospedale con le ossa rotte).

Evidentemente però la città dentro le mura si "sveglia" nelle ore piccole. Alcuni abitanti avanti con l'età e probabilmente sofferenti d'insonnia, certi residenti nella centralissima via Municipio, lamentano schiamazzi notturni per l'appunto uniti talvolta a rumori molesti, come per esempio lo spaccare di bottiglie di vetro e quant'altro. Infatti, al mattino seguente sono evidenti i segni dell'inciviltà o dei vandalismi perpetrati durante la notte. Su strade diverse del centro storico è possibile notare cocci di vetro a terra, sportelli del gas divelti, cestini di ghisa per la raccolta dei rifiuti sradicati o danneggiati.

Addirittura mettono a rischio perfino la propria vita i vandali. Ieri nei vialetti immersi nel verde al disotto del corso del Vascello, balzava agli occhi un palo della pubblica illuminazione privo del coperchietto metallico alla base e con i fili elettrici tagliati e tirati fuori dalla sede naturale. Il lampione era funzionante, oggi non più presumiamo, proprio perché sono stati tranciati i fili elettrici. Chi ha avuto la brillante idea, ha rischiato di rimanere fulminato vicino al palo. Ci appelliamo pertanto al Comune affinché faccia intervenire al più presto la ditta preposta alla manutenzione dei lampioni del centro, per ripristinare l'alimentazione elettrica a vantaggio della lanterna messa fuori uso e per ragioni di sicurezza. I cittadini chiedono il rafforzamento della vigilanza notturna.