Non solo lo zainetto, le lezioni o gli orari ma tra i problemi e i pensieri dei piccoli studenti di Cervaro anche quello delle zanzare e degli insetti. Stiamo parlando della scuola dell'Infanzia di Cervaro Capoluogo, che racchiude quattro sezioni, con il più alto numero di bambini iscritti. A sollevare il problema, a pochi giorni dalla riapertura delle scuole, è una mamma che chiede un intervento di disinfestazione nel plesso a causa della vicinanza con la villa comunale. Una prima disinfestazione sarebbe già stata fatta nel mese di Aprile ma evidentemente non è bastata, anche a causa del perdurare delle alte temperature. Per questo la mamma chiede aiuto in "pubblica piazza" a tutte le forze politiche locali: sindaco, vice sindaco, assessori e consiglieri, sia di maggioranzache di opposizione di Cervaro.

«L'intervento richiesto è quello della disinfestazione - scrive. La scuola, sul retro, affaccia sulla villetta comunale; poiché le temperature sono ancora molto elevate con eccessivo tasso di umidità, si evidenzia la presenza di numerose zanzare e insetti che rendono difficoltosa e insostenibile la presenza a scuola. Mi è stato riferito che ad Aprile è già stata fatta una prima disinfestazione. Evidentemente non è bastata. Chiedo dunque, di provvedere con un secondo intervento come avviene anche nei comuni limitrofi per il bene dei bambini».

A raccogliere l'appello della mamma il consigliere di minoranza Simona Valente che, ieri, ha protocollato una richiesta di disinfestazione della villa comunale e dei luoghi adiacenti alle scuole. «L'ennesima», commenta il consigliere. Una richiesta che fa seguito a quella del 16 maggio e del 4 giugno 2018. «Sollecito gli organi preposti affinché si intervenga con apposita pulizia e disinfestazione nella villa e in altri luoghi vicini alle scuole e punti ricreativi, per scongiurare la situazione di assoluto degrado in cui versano molte zone del paese, in condizioni igienico sanitarie ai limiti della decenza, e per porre fine al disagio che attualmente stanno vivendo i bambini e il personale della scuola»