L'altro ieri la Commissione "Servizi sociali", presieduta dalla delegata alle pari opportunità Ginevra Bianchini, ha preso atto del finanziamento regionale di 56.800 euro concesso al provinciale "Telefono rosa" per sostenere il locale "Centro di orientamento per i diritti delle donne" che gestisce. Le risorse destinate al riconosciuto centro antiviolenza, sito presso gli uffici dell'ex Pretura dal 23 agosto 2016, saranno gestite dal comune ospitante, che «a distanza di due anni esatti - ha informato la consigliera Bianchini - ha sottoscritto la necessaria convenzione con l'associazione presieduta da Patrizia Palombo con cui attuare anche e soprattutto interventi coordinati di prevenzione e contrasto alla violenza di genere e di supporto alle donne vittime di brutalità e ai loro figli».

A Palazzo Antonelli, nel frattempo, è arrivata la prima tranche da 28.400 euro e nei prossimi giorni sarà liquidata all'attivissima "Telefono rosa", con cui «l'amministrazione comunale - ha ricordato la Bianchini - aveva già sottoscritto un protocollo d'intesa il 29 novembre 2015, prima di assicurarle una sede dignitosa nonché più funzionale e sicura, a stretto contatto con l'Ufficio Servizi sociali e la Polizia comunale».