Ci risiamo. Sono tornati a colpire, nonostante le segnalazioni. Falsi addetti della De Vizia, la ditta che si occupa del servizio dei rifiuti sul territorio, hanno messo a segno un altro colpo. Sono tornati a bussare alla porta di alcuni cittadini, soprattutto persone anziane. Dichiarano di dover controllare che il servizio venga svolto in maniera corretta, differenziando i rifiuti negli appositi contenitori. Ma è tutto falso.  La ditta mette in guardia, nuovamente, i cittadini. Le ultime segnalazioni si sono registrate a Vicero, Tecchiena e in centro. In uno dei tre episodi un'anziana è stata derubata. Uno dei falsi addetti, una volta entrato nella casa del malcapitato, lo distrae e lasciando la porta accostata consente ai complici di agire. Rovistano nei cassetti e portano via, in alcuni casi, soldi e oggetti di valore. Circa dieci giorni fa, un altro colpo è stato messo a segno in centro, sempre ai danni di un'anziana, a cui sono stati rubati i soldi della pensione e oggetti in oro. Una storia che ha riguardato anche altri comuni della Ciociaria, tra cui la città di Ferentino. In questo caso in azione finti operatori della Lavorgna. Anche in quel caso sono stati messi a segno furti a danni soprattutto di pensionati.

L'avviso
La De Vizia avvisa tutti gli utenti che ignoti, spacciandosi per dipendenti, si recano presso le abitazioni con il pretesto di consegnare materiale relativo alla raccolta differenziata e compiono furti. L'azienda non ha in corso alcuna attività di fornitura, per cui invita tutti gli utenti a diffidare di detti soggetti, anche in caso di esibizione di tesserini di riconoscimento, e denunciare eventuali tentativi di accesso alle autorità competenti. Dunque, l'invito ai cittadini a non far entrare in casa persone sconosciute, che dichiarano di essere mandati dalla ditta De Vizia. «Fate attenzione. Sono truffatori».