Era scomparso l'11 settembre da Pavia. E per questo era ricercato in tutta Italia. Nel pomeriggio di giovedì, a seguito della segnalazione da parte di un cittadino, i carabinieri della locale Stazione della Compagnia di Cassino coordinata dal capitano Mastromanno hanno raggiunto la zona denominata "Macerine" dove (sempre in base alla segnalazione) l'uomo stava danneggiando a pugni alcune cassette portalettere senza alcun plausibile motivo.
Gli uomini dell'Arma, giunti subito sul posto, hanno trovato il quarantottenne in stato confusionale vicino a una strada chiusa, a non molta distanza dall'autostrada.

I militari, insieme a una pattuglia del Norm, hanno quindi provveduto a identificare il quarantottenne: da ulteriori riscontri è emerso che lo stesso risultava in cura presso una struttura sanitaria di Pavia. Era proprio l'ospite scomparso l'11 settembre, allontanandosi dalla propria residenza a bordo di autovettura, successivamente rinvenuta nei pressi dello stadio di Cassino. Come abbia fatto a raggiungere Cervaro è ancora tutto da accertare. Allertati i sanitari del 118 per le cure del caso, è stato disposto nei suoi confronti il ricovero precauzionale presso l'ospedale di Cassino.