Come se non bastassero le fibrillazioni interne alla maggioranza, anche nelle altre stanze del palazzo di piazza De Gasperi il clima non è dei migliori. Solo pochi giorni fa il sindaco ha infatti emanato un decreto indirizzato al capo della polizia locale per far sì che il corpo dei vigili urbani fosse più efficiente per la cittadinanza in modo tale che gli agenti siano più attivi a stilare i verbali e garantire l'ordine e la disciplina, piuttosto che ad usufruire dei congedi. Coincidenza, o forse no, sembra però che il comandante dell polizia locale a partire da lunedì si sia messo in ferie. Questo vuol dire che le direttive possono aspettare. Un gesto che ha provocato non poca irritazione da quando si apprende anche perchè è coincisa con il cosiddetto "caso scottex": dopo la denuncia di alcuni dipendenti che hanno lamentato il fatto di non potere usufruire nemmeno della carta igienica, ieri ci sarebbe stata una "donazione" che ha scatenato l'ira funesta degli amministratori.

Carlo Maria D'Alessandro dunque non ha esitato oltre e nel giro di poche ore ha convocato una riunione con tutto il personale in sala Restagno per questa mattina alle 12.30. Si è parlato del caso dei vigili urbani, dei fatti di stretta attualità, ma soprattutto si è cercato di iniziare un percorso di collaborazione con i dipendenti visto e considerato che agli inizi del 2019 si faranno sentore gli effetti del dissesto e pertanto serve sinergia tra la macchina amministrativa e quella organizzativa. A spiegare il concetto è l'assessore al personale Benedetto Leone che dice: «Si tratta di un incontro per fissare degli obiettivi di collaborazione. Una riscoperta di quello che ci accomuna considerando che con il dissesto serve massima collaborazione»