Un nuovo solco, diverso dal passato, fondato sull'onestà e sulla trasparenza. Con queste parole il sindaco Anselmo Rotondo sabato pomeriggio ha concluso il suo incontro con i cittadini annunciando, anche, l'imminente arrivo entro fine mese di un maxi finanziamento di un milione e mezzo di euro per la costruzione della piscina comunale. Un comizio durato quasi un'ora in cui il primo cittadino ha voluto ripercorrere i tre anni di amministrazione. Ma l'appuntamento pubblico è stato suddiviso in due parti. La prima è stata quella delle risposte alle accuse, del racconto degli esposti presentati contro la maggioranza e contro tutti gli atti adottati: «Non c'è una sola delibera dell'amministrazione che non sia stata trasmessa in procura o su cui non si è presentata una denuncia». Archiviata la fase dell'attacco politico, il sindaco ha poi voluto raccontare i molti progetti avviati e le tante iniziative messe in campo. Oltre a ricapitolare quanto fatto fino a ora è arrivato anche l'annuncio importante che a fine mese arriverà dal Coni «il finanziamento di un milione e mezzo di euro per la costruzione della piscina comunale». Un'opera molto attesa dalla cittadinanza.

Ma Rotondo ha passato in rassegna tutti gli assessorati e tutte le deleghe conferite ai diversi consiglieri. Un lungo excursus per raccontare quanto fatto dai componenti della sua squadra compreso il deputato della Lega Nord Francesca Gerardi: «La delegata ai servizi sociali, che oggi è onorevole grazie all'amministrazione Rotondo, perché è stata eletta consigliere comunale le ha dato la visibilità per essere lanciata e mai Pontecorvo aveva avuto un onorevole. Ha fatto un bel lavoro sul sociale aiutando le famiglie in difficoltà». Ma il primo cittadino ha parlato anche della società che riscuote i tributi per conto del Comune. E proprio su questo ha riconosciuto quello che, a suo avviso, è stato un errore: «Non dovevo rinnovare il contratto alla TreEsse. Ho sbagliato e lo ammetto. Ma sto lavorando per risolvere questo problema». In conclusione Rotondo ha annunciato che a breve organizzerà anche altri comizi nelle altre zone della città: «Noi abbiamo tracciato un solco nuovo e diverso. Un solco basato sull'onestà, sulla trasparenza e legalità. Era giusto informarvi sugli esposti, su ciò che accade quotidianamente. Su quello che abbiamo fatto e su quello che faremo»