Non accetta la fine della loro storia. La perseguita, la segue a piedi o in auto, la minaccia al telefono chiedendole anche di ritirare le precedenti denunce. Un incubo che dura da tempo per una giovane donna. L'altra notte l'epilogo. Il suo ex compagno dopo essersi intrufolato all'interno della sua abitazione, forzando una finestra, l'ha raggiunta e aggredita.
Le urla della donna sono state udite da una vicina che ha subito contattato il 112. L'immediato arrivo dei carabinieri ha permesso di rintracciare l'uomo, un trentanovenne di Frosinone, che nel frattempo si era nascosto.

Denunciato per percosse, atti persecutori, violazione di domicilio e proposto per il rimpatrio con foglio di via obbligatorio. I fatti Gli uomini dell'Arma, a conclusione dell'attività investigativa, hanno acquisito, a carico dell'uomo, importanti elementi probatori accertando che, con reiterate condotte protratte nel tempo, aveva commesso atti persecutori nei confronti della ex compagna, fino a quando l'altra sera è entrato in casa della donna dopo aver forzato una finestra e l'ha picchiata. Fortunatamente una vicina ha capito che la situazione stava degenerandoe ha chiamato le forze dell'ordine.

L'uomo all'arrivo dei militari è fuggito nascondendosi nei pressi del'abitazione, probabilmente per proseguire nel suo intento criminoso. L'immediato intervento dei militari, coadiuvati dal personale del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Alatri, ha consentito di rintracciarlo e denunciarlo. Ancora una volta, il rapido intervento dell'Arma e l'attenzione riposta al particolare e attuale fenomeno dello stalking ha evitato più gravi conseguenze. Nei confronti del trentanovenne è stato, inoltre, proposta l'irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Fiuggi per tre anni.