Il degrado sulla superstrada Sora-Ferentino sarà presto eliminato. Le piazzole di sosta torneranno a svolgere la loro funzione, i rifiuti saranno tolti grazie alla bonifica degli operai dell'Astral.
Ma si spera che l'inciviltà si fermi. Che quanti hanno preso "l'abitudine" di disfarsi di sacchi e buste contenenti plastica, carta, vetro, e chi più ne ha più ne metta, comprendano che la strada regionale 214 Maria e Isola Casamari, tra Ferentino e Sora non è una discarica a cielo aperto. La società regionale informa dei lavori di pulizia degli operai, invitando gli automobilisti a prestare attenzione sulla superstrada tra Ferentino e Sora.

Una situazione, quella dei rifiuti abbandonati sulle piazzole, che si ripropone ormai da tempo. In più occasioni, infatti, gli operai sono dovuti intervenire per togliere montagne di rifiuti di ogni genere.
E purtroppo non c'è peggio sordo di chi non vuol sentire. L'auspicio è che venga, finalmente, messo fine allo scempio. A incrementare il degrado nelle aree della strada regionale 214 Maria e Isola Casamari, è soprattutto il fatto che in diversi comuni è stato ampliato il servizio di raccolta differenziata, quindi eliminati i cassonetti, come ad esempio nel capoluogo. E non tutti differenziano. E così caricano buste e sacchi in auto e alla prima piazzola si fermano per disfarsene.

La situazione era diventata insostenibile. Diverse le segnalazioni e le polemiche da parte delle persone che, invece, rispettano l'ambiente e il territorio. L'appello alla bonifica è stato accolto. Ora si spera che vengano trovate soluzioni per scoraggiare gli incivili. Anche perché non è un bel biglietto da visita per i turisti che percorrono il tratto per raggiungere i paesi della Ciociaria ed ammirare le bellezze che offrono.