Minaccia, lesioni ed interruzione di pubblico servizio: è questa l'accusa mossa dagli agenti del Commissariato di Fiuggi nei confronti di un 46enne residente in un paese dei Monti Ernici. Come  ricostruito dai poliziotti intervenuti, l'uomo si era recato in un ufficio pubblico ed aveva manifestato contrarietà circa il "ritardo" di una pratica con atteggiamenti minacciosi. Nella circostanza l'operatore addetto, accusando un malore, aveva dovuto far ricorso alle cure dei sanitari, con ripercussioni sulla regolarità del servizio.