Blitz dei carabinieri all'alba in pieno centro, a Ferentino, in un palazzo abitato di sette piani, nel centralissimo viale Alfonso Bartoli. Le attenzioni dei militari si sono concentrate su un alloggio in particolare, al piano terra di uno dei due edifici gemelli, da qualche mese abitato da un gruppo di immigrati lì alloggiati e che farebbero riferimento a una cooperativa sociale destinata all'accoglienza dei migranti in Italia.

L'operazione dell'Arma è scaturita dalle diverse segnalazioni pervenute ai carabinieri dai cittadini, per gli atteggiamenti poco consoni dei giovani ospiti. Dunque, non è passato inosservato, nonostante l'orario anticipato, il furgone carico di carabinieri arrivato in viale Bartoli. Poco più tardi i militari sono usciti dall'edificio portando con sé due giovani di colore.

Dopo avere controllato uno ad uno gli ospiti di quell'alloggio risvegliati dalla visita inaspettata, in parte sarebbero risultati regolari, al contrario due di loro sono risultati clandestini, un ventiduenne e un ventenne entrambi del Mali. Perciò i due sono stati accompagnati nel Comando stazione dei carabinieri di Ferentino diretto dal maresciallo maggiore Raffaele Alborino e, al termine degli accertamenti del caso, sono stati proposti alla Questura di Frosinone per l'emissione di un decreto di espulsione nei confronti degli ospiti irregolari.

Di conseguenza ieri mattina è stato notificato ai due clandestini il decreto di espulsione che impone al ventenne e al ventiduenne il termine perentorio di 7 giorni per lasciare il territorio nazionale, così come disposto dalla Questura di Frosinone.
Va detto che continuano incessanti i servizi preventivi disposti dal Comando Compagnia Carabinieri di Anagni, coordinato dal capitano Camillo Giovanni Meo, nella sfera territoriale di competenza, per contrastare la commissione dei reati in genere e, in questo ultimo periodo, finalizzati anche al contrasto dell'immigrazione clandestina.