Ladri ancora in azione in un'abitazione nel giro di pochi giorni. É il sesto colpo. È successo sabato notte a Cassino in una zona residenziale poco distante dalla Casilina. I proprietari non erano in casa ma quando sono tornati hanno subito notato che qualcosa non andava, qualcuno si era presentato a casa senza invito. E, una volta superato il portone, l'amara scoperta: hanno trovato tutto sotto sopra ma fortunatamente, da una prima ispezione, sembrerebbe non mancare nulla. Subito sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Cassino - coordinata dal capitano Ivan Mastromanno e dal luogotenente Raucci - ma i ladri avevano già fatto perdere le loro tracce.

I precedenti
Torna l'incubo furti in abitazione a Cassino e nel Cassinate.
Poche notti fa a Piedimonte San Germano, in una zona di campagna, in una delle villette che si trovano nel verde i ladri si sono introdotti attraverso una finestra ed hanno distrutto mezza casa riuscendo anche ad aprire la cassaforte. Non trovando nulla di valore al suo interno. E forse proprio per questo i malviventi hanno fatto soltanto danni, portando via qualche oggetto di poco pregio. La visita è stata scoperta dai proprietari solo alcuni giorni dopo dal rientro dalle vacanze.

Furti che fanno seguito ad altri quattro tentativi di poco distanti nel tempo, due dei quali andati in fumo. Gli altri due, invece messi a segno: anche in quei casi si tratta di bottini, comunque, di lievissima entità. Come per questi casi, anche per l'ultimo registrato a Piedimonte sono aperte mirate indagini dell'Arma per cercare di capire se possa trattarsi di un'unica mano o di "cani sciolti".

Colpo andato male
Aveva fatto spesa di formaggi e affettati ma una volta alla cassa è scappata via senza pagare. Protagonista una trentaquattrenne rumena residente nel Cassinate che è stata denunciata per il reato di furto aggravato. La donna, dopo aver prelevato alcuni prodotti alimentari dagli scaffali di un esercizio commerciale di Piedimonte, aveva passato le casse senza pagare, dandosi alla fuga per le vie cittadine. Ad accorgersene una delle cassiere che ha iniziato a rincorrerla. Scena che ha attirato l'attenzione di due carabinieri liberi dal servizio che l'hanno rincorsa, bloccata e perquisita trovandole addosso la merce trafugata, subito restituita al legittimo proprietario.