Il parco Valente è l'unico posto della città dotato di un'area ludica pubblica dedicata ai bambini. Ma ha urgente bisogno di manutenzione. Le altre aree verdi di Sora stanno aspettando la riqualificazione che l'amministrazione guidata dal sindaco Roberto De Donatis ha promesso di realizzare.
Il suo predecessore Ernesto Tersigni inaugurò il nuovo parco dell'ex campo boario nel giugno del 2016 grazie alla cospicua donazione dell'imprenditrice Ines Pucci Collina, vedova del senatore Ignazio Senese. E grazie alla volontà della donna, il parco A.Valente fu attrezzato con uno stile nuovo, a misura di bambino, e inaugurato. Da allora è molto frequentato e apprezzato dai sorani.

Oggi, però, servono alcuni interventi di manutenzione straordinaria. Anche per ragioni di sicurezza oltre che per il decoro del parco. Il muro, tra l'altro vicino al murales realizzato dagli studenti del liceo artistico "Valente" proprio in occasione dell'inaugurazione dell'area finalmente ristrutturata, mostra preoccupanti segni del tempo con il distacco di una parte dell'intonaco. Qui la riparazione e la messa in sicurezza sono prioritari. Anche le colonne all'interno del parco andrebbero pitturate visto che si sono ingiallite per via dell'acqua spruzzata dagli irrigatori. Altri piccoli lavori andrebbero realizzati per rendere più accogliente un posto che richiama ogni giorno decine di famiglie, giovani e bambini, perché il parco Antonio Valente piace a piccoli e grandi. E anche gli sportivi utilizzano quest'area verde per fare esercizio fisico all'aperto.

Naturalmente la riqualificazione del parco Valente riguarda anche il suo perimetro esterno. Bisognerà rifare i marciapiedi perché le radici degli alberi hanno sollevato in più punti la pavimentazione rendendo difficile e pericoloso il passaggio dei pedoni.