Arrestato l'immigrato fermato ieri notte dagli agenti. Trasportava marijuana e, a tappe, provvedeva alle consegne. Soldi in tasca e ancora tanti giri da fare in una notte affollata dove ragazzi e non solo vivono la città fino in fondo, approfittando degli ultimi giorni di ferie. I traghettatori della roba invece - sempre più consistente il filone d'indagine che vede associati immigrati e sub appalti di marijuana - non si fermano mai. È possibile incontrarli a tutte le ore, sempre disponibili a portare piccole dosi "a domicilio" .
Ma gli uomini in divisa non allentano la morsa. E adocchiato il soggetto lo hanno fermato. Dopo aver trovato la roba, lo hanno condotto in commissariato. Non senza una certa fatica che ha richiamato più di qualche attenzione in via del Foro giungendo fino a piazza Corte. Area nevralgica quella dove i movimenti iniziano a farsi...pesanti. Specie di notte e in alcuni punti.

Ancora controlli anti-droga nelle lunghe notti cassinati in cui lo spaccio non si ferma affatto. E continua a transitare da una parte all'altra della città. Trasbordi che avvengono grazie a minorenni ma anche a immigrati. Uno lo ha fermato tra l'una e le due la polizia di Stato con un discreto quantitativo di droga più soldi, probabile provento di smercio. Zona isolata, alle spalle della Chiesa madre dove più di qualcuno ha notato i movimenti per la resistenza opposta dal fermato e per quella presenza di giovani e anche meno giovani sempre in giro che stanno animando le serate d'agosto della città di Cassino, serate affollate anche durante la settimana per godere della frescura notturna e per svagarsi prima di riprendere le attività lavorative. Un piccolo tumulto notturno e un "viaggio" in commissariato.

di: K.V.