«Me lo sono trovato in mezzo alla strada che andava verso alcune case poi, fatta una decina di metri, è saltato sulla costa laterale alla strada ed è sparito tra gli alberi». Questo il racconto di un ventenne di Atina che l'altra mattina (era da poco passato mezzogiorno) ha avuto un incontro ravvicinato con un grosso cinghiale mentre con la sua auto stava percorrendo via Capo di China in località Pozzello, un agglomerato urbano appena fuori il centro storico di Atina.

E non è l'unico avvistamento di cinghiale fatto in questi giorni nel centro storico del paese: la sera dello scorso venerdì ad avvistarlo mentre si aggirava tra le auto in sosta sono state numerose persone che affluivano ad Atina per l'evento CantinAtina. In quell'occasione il cinghiale (forse lo stesso avvistato l'altra mattina da come lo descrivono i testimoni) è stato visto lungo la stessa strada ma a poche centinaia di metri oltre il luogo d'incontro: erano circa le 23 quando una coppia, parcheggiata l'auto, si era messa in cammino per raggiungere a piedi il centro di Atina e s'è visto sbucare il cinghiale tra le auto in sosta: «Si è messo a zigzagare tra le auto per poi salire lungo una stradina e far perdere così le sue tracce», ha raccontato.

Via Capo di China, specialmente in estate, è usata da numerose persone tra cui mamme con i loro piccoli in passeggino che la percorrono per fare jogging o semplici passeggiate soprattutto nelle ore mattutine quando la temperatura è gradevole e trovarsi un cinghiale di quella stazza, improvvisamente davanti, non è proprio quello che ci si augura durante una di quelle camminate. I monti a ridosso di via Capo di China sono noti per essere l'habitat dei cinghiali: infatti molti cartelli ai lati della strada informano di fare attenzione proprio per la loro presenza.