14 piante di marijuana. L'operazione, rapida e brillante, porta ancora una volta la firma dei carabinieri della Stazione di Aquino, della Compagnia di Pontecorvo agli ordini del capitano Nicolai e del tenente De Lisa che hanno recuperato in pochissimo tempo merce di valore (tra i 2.000 e i 3.000 euro), arrestato un giovane macedone e denunciato un ventisettenne di Pontecorvo che avrebbe acquistato dallo straniero uno degli attrezzi. L'attività degli uomini del maresciallo Sergio Parrillo, della Stazione di Aquino, era già in corso: gli uomini dell'Arma stavano fiutando la pista giusta, dopo alcune segnalazioni su furti di attrezzi quali motoseghe, decespugliatore, flex e altri pezzi utili per il giardinaggio. Non era neppure troppo peregrina l'ipotesi che si trattasse di un'unica mano: almeno due i colpi in abitazione, tra Aquino e Pontecorvo, negli ultimi giorni. Ma chi fosse ad organizzare i raid e, soprattutto, quale fosse il mercato su cui tali pezzi venivano piazzati erano ancora da accertare.

A mettere i militari sulla strada giusta sono state alcune inserzioni web che mostravano pezzi pregiati a prezzi troppo convenienti. In alcuni casi, i prodotti offerti erano proprio rispondenti a quelli denunciati. Così, inserzione per inserzione, i militari hanno fatto bingo. Quando ieri mattina i carabinieri hanno effettuato un blitz a casa del macedone di 23 anni residente ad Aquino non solo hanno trovato una motosega, un flex e un decespugliatore. All'interno dell'armadio della camera daletto del ragazzo, 14 piante di marijuana (da poco tagliate) dell'altezza variabile tra i 70 e i 150 centimetri.
Per il macedone sono scattate le manette per ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di droga. Ora è ai domiciliari.
Per uno degli acquirenti, un ventisettenne di Pontecorvo rappresentato dall'avvocato Michele Notaro è scattata una perquisizione: in suo possesso, una delle motoseghe vendute a prezzi stracciati. Il giovane è stato denunciato per incauto acquisto (dal momento che non avrebbe saputo dell'illecita provenienza dell'articolo) e segnalato in prefettura perché trovato in possesso di alcune dosi di marijuana. I carabinieri di Aquino stanno restituendo i pezzi rinvenuti ai legittimi proprietari: forte la soddisfazione per l'operazione portata a termine davvero in poche ore.