Si sono svolti ieri pomeriggio, nella chiesa di San Giuseppe Artigiano a Paliano, i funerali di Domenico Musetti, il sessantatreenne deceduto dopo le punture delle api che stava accudendo con l'amore e la passione di sempre.

Domenico Musetti, cassintegrato della Videocolor, lascia i familiari attoniti e sgomenti e i tanti amici e colleghi che stimavano una persona per bene, benvoluta e apprezzata da tutti. Un dramma davvero inaspettato, una disgrazia che ha ammutolito, lasciando senza parole chiunque abbia appreso la notizia. Una notizia che, in pochi minuti, giovedì scorso, aveva fatto subito il giro del paese.
Esperto e paziente nella sua passione, Domenico Musetti è rimasto vittima di un qualcosa di inspiegabile, una dinamica che si fatica a credere nonostante l'evidenza dei fatti.

Una folla muta e composta ha partecipato alla cerimonia funebre nella chiesa di San Giuseppe Artigiano durante la quale il celebrante ha ricordato la figura del sessantatreenna: uomo, marito, padre e nonno.

Il cordoglio della Copagri
La Copagri (Confederazione produttori agricoli) Frosinone-Latina, in una nota, «esprime cordoglio per quanto accaduto a Paliano dove un apicoltore è morto a causa delle punture di api. L'uomo, il sessantatreenne Domenico Musetti, stava come ogni giorno raccogliendo il miele prodotto quando è stato assalito dallo sciame e punto mortalmente. Per lui non c'è stato nulla da fare nonostante i tentativi di animarlo. Si è tratto di uno shock anafilattico. La Copagri si stringe attorno al dolore dei familiari».