Colto da un malore durante la serata enogastronomica viene soccorso ma, giunto in ospedale, muore. A perdere la vita un sessantunenne residente a Roma, originario di Pastena. L'uomo era tornato nel suo paese natio per trascorrere qualche giorno in tranquillità, partecipando alle serate estive pastenesi per rincontrare parenti e amici e ricaricarsi nell'atmosfera serena del piccolo centro ciociaro. Ma intorno alla mezzanotte di giovedì, il sessantunenne ha accusato un malore. È stato soccorso e trasportato d'urgenza all'ospedale di Frosinone dove purtroppo è deceduto.

Fra i soccorritori anche il sindaco Arturo Gnesi che, da medico, è intervenuto per rianimare l'uomo. È proprio a Gnesi di raccontare l'accaduto. «Era in svolgimento la manifestazione enogastronomica nel centro storico, organizzata dalla pro loco di Pastena, per la degustazione di pietanze e prodotti tipici racconta il sindaco Gnesi Qualche minuto prima della mezzanotte, mentre era seduto con la moglie, il fratello e altri familiari, Mario è andato a prendere un bicchiere d'acqua per assumere un antidolorifico per il dolore toracico che da tre giorni lo infastidiva in maniera saltuaria. Ma all'improvviso si è accasciato al suolo, pallido, sudato e privo di conoscenza.
È stato chiesto subito l'intervento del 118 che ha inviato ambulanza e auto medica. Nel frattempo alcuni amici mi hanno avvisato e appena giunto sul posto con l'aiuto di due infermiere abbiamo iniziato il massaggio cardiaco.
Arrivato il personale del 118, Mario è stato sottoposto a monitoraggio elettrocardiografico e ho provveduto a intubarlo e a ventilarlo manualmente in quanto le condizioni cliniche erano ulteriormente peggiorate a causa del concomitante arresto respiratorio con stato di coma. L'attività cardiaca è ripresa e pertanto l'abbiamo messo in ambulanza destinazione ospedale di Frosinone. Non ho lasciato solo il collega medico e sono salito a bordo -testimonia Gnesi- In autostrada il cuore si è arrestato nuovamente tanto che, giunto in pronto soccorso è stato sottoposto a massaggio cardiaco, tentativo rivelatosi inutile. Al figlio giunto da Roma e al fratello abbiamo dovuto riferire la triste notizia».