Il ponte che dà accesso alla frequentatissima area archeologica di "Comunaque" è crollato da tempo. E qualcuno ha pensato bene di realizzarne uno "artigianale" lungo circa venti metri più a monte. Il ritardo fisiologico e tipicamente italiano ha indotto qualche temerario/i a costruire questa passerella, non autorizzata naturalmente, per consentire l'attraversamento del fiume Simbrivio e visitare la cascata di Trevi e l'area archeologica annessa. Non essendo stata autorizzata (gli enti interessati non ne sanno niente), quindi abusiva, qualcuno l'avrà rimossa se è ancora li? Insomma le autorità competenti intervengano, se già non lo hanno fatto, prima che possa accadere qualcosa di grave.