È un Ferragosto segnato dal lutto quello di oggi in paese, dove la tragedia che è consumata lunedì mattina nella piscina di un noto centro sportivo ha destato grande sgomento e dolore. Antonietta Colafrancesco, la signora di 86 anni vittima di un malore fatale, non risiedeva ad Arce ma qui era molto conosciuta e benvoluta. Tornava spesso in paese da Roma, dove abitava ormai da tempo, per trascorrere qualche giorno di relax nella sua casa di famiglia, in via Costarelle, in compagnia dei parenti e dei tanti amici. Proprio come aveva fatto in questi giorni di Ferragosto. La tragedia si è consumata in pochi istanti intorno alle 11.

La signora Antonietta si è immersa nella piscina ma ha accusato un malore. È stata subito portata fuori dall'acqua. Purtroppo, neanche i soccorsi tempestivi e l'intervento di un medico che si trovava nella struttura sono riusciti a rianimare l'anziana donna. I sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatarne la morte, probabilmente dovuta a un arresto cardiaco. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Arce per effettuare accertamenti e raccogliere testimonianze su quanto accaduto.La donna lascia due figli, una delle quali ha appreso della morte di sua madre in Australia, da dove è si è subito attivata per tornare in Italia. Il fratello, giunto immediatamente da Roma, attende il suo arrivo per fissare il funerale. La chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo si prepara a tributare l'estremo saluto ad Antonietta Colafrancesco, che probabilmente avverrà domani. Saranno in tanti a voler partecipare per significare alla sua famiglia l'abbraccio dell'intera comunità.