Tragedia ieri mattina nella piscina dello Sporting Club Health in via Campanile ad Arce. Un'anziana è morta colpita da un improvviso malore che non le ha dato scampo, malgrado i soccorsi siano stati immediati con l'intervento anche di un medico che si trovava all'interno del centro sportivo per giocare a tennis.

Antonietta Colafrancesco, 86 anni, originaria di Arce, ma residente a Roma, si era recata nella piscina per trascorrere qualche ora di relax e trovare soprattutto un po' di refrigerio considerando il gran caldo che sta attanagliando la Ciociaria in questi giorni. Verso le undici ha deciso di farsi il bagno ma purtroppo si è sentita male. Subito è stata soccorsa dagli addetti alla piscina e dal medico che come detto si trovava nel centro sportivo per una partita di tennis. Nel frattempo è stato allertato il 118 e l'ambulanza. Ma tutto è stato inutile. Malgrado i tentativi di rianimarla la donna non ce l'ha fatta. E i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso molto probabilmente dovuto a un arresto cardiaco. Sul posto si sono portati inoltre i carabinieri della stazione di Arce per effettuare gli accertamenti dovuti in questi casi e raccogliere le testimonianze.

La salma della donna, già da ieri pomeriggio, si trova nella camera mortuaria del cimitero di Arce a disposizione dei familiari che ora dovranno organizzare i funerali. L'anziana, vedova, lascia due figli. Era molto conosciuta ad Arce malgrado abitasse da diversi anni a Roma. Tornava spesso in paese dove aveva parenti e amici. Una signora benvoluta da tutti.
La notizia della sua morte ha ben presto fatto il giro della cittadina lasciando sgomenti quanti la conoscevano. Un brutto ferragosto per Arce.