È "guerra" agli "allergici" della differenziata che, in barba alle regole, continuano a gettare i rifiuti in maniera del tutto non conforme. Ed è per questo motivo che, nel capoluogo ciociaro, sono state inasprite le sanzioni per coloro i quali, in maniera ostinata, continueranno a non adeguarsi al nuovo metodo di raccolta dei rifiuti.

«Raccolta differenziata: multe più salate per chi non rispetta le regole - scrivono in una nota dal Comune di Frosinone - La giunta Ottaviani ha deliberato, nella riunione di giovedì scorso, in merito alle violazioni in materia di conferimento dei rifiuti differenziati, nuove sanzioni a carico dei trasgressori che non rispetteranno le regole, continuando a depositare rifiuti urbani in modo non conforme alla disciplina».

Nel dettaglio, le sanzioni potrebbero arrivare anche a cinquecento euro.
«In modo particolare - fanno sapere ancora dall'ente di piazza VI dicembre - In caso di inottemperanza delle disposizioni in materia di salute e di pubblica igiene, si procederà ad applicare la sanzione minima di cinquanta euro, mentre nei casi più gravi e reiterati si potrà arrivare a multe più elevate, comprese tra cento euro e cinquecento euro. Questo anche nel rispetto dei cittadini che, invece, si attengono con scrupolo alle regole e alla disciplina sulla raccolta differenziata».

Stando a quanto riferisce il Comune, in termini numerici, si è registrato un aumento della raccolta differenziata.
«Sul piano statistico - si legge infine nella nota - Si registra nell'ultimo mese un ulteriore incremento della raccolta differenziata che, partita dal gennaio scorso al 18%, si attesta ora, dopo una campagna di sensibilizzazione, a percentuali vicine al 70%, ponendosi nella fascia alta dei capoluoghi italiani virtuosi in materia ambientale».