Senza campo addio al Boville calcio. Condizioni proibitive per la società sportiva che non può farsi carico da sola dell'intera gestione dell'impianto sportivo e ormai sono scaduti i termini di iscrizione al campionato. Una sconfitta per lo sport e per il territorio. Quest'anno non ci sarà una scuola calcio, una squadra del paese, mancherà quello spettacolo sportivo che riuniva tanti giovani.

"Grazie a chi negli anni è stato vicino a questo mondo -  scrive in una nota il gruppo consiliare Boville Bene Comune -presidenti, dirigenti, tifosi, giocatori, giovani cresciuti nella scuola calcio bovillense. Un ringraziamento ancora più grande va a chi, negli ultimi anni, nonostante la crisi economica e le retrocessioni, mettendoci del proprio, ha tenuto in piedi questa realtà con una squadra in prima categoria e raggiungendo con la juniores la vittoria di una coppa provinciale che l'anno prossimo gli avrebbe permesso un campionato regionale; per non parlare della scuola calcio: la meno costosa della provincia.

Tutto ciò non è stato considerato, come non è stata considerata l'importanza dello sport per una sana crescita dei nostri giovani, favorendo l'aggregazione, venendo incontro alle famiglie, incrementando un po' anche le entrate di bar e ristoranti, già in crisi e diversi prossimi alla chiusura. Più di prima, i nostri giovani dovranno uscire da Boville. È incomprensibile da parte dell'amministrazione comunale non permettere alla società di calcio di procedere con il percorso. Noi cittadini ci troveremo, comunque, a pagare le rate dei mutui accesi per la struttura senza fruire del servizio e più nessuno potrà gestire la struttura sportiva alle nuove onerosissime condizioni".