Nello scorso mese di giugno aveva messo in atto una rapina su un treno lungo la tratta Roma-Cassino. L'episodio gli era costato una condanna agli arresti domiciliari per il reato di rapina impropria. Ma lui, un marocchino di 24 anni residente a Ferentino, di essere prigioniero in casa propria non voleva proprio saperne e, nei giorni scorsi, ha ripetutamente violato le prescrizioni che gli erano state imposte. In particolare, sabato scorso è stato sorpreso da una pattuglia presso la stazione ferroviaria di Ferentino e deferito alla competente Procura della Repubblica per lo stesso reato.

Nella serata di ieri i carabinieri della locale stazione, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso nella stessa giornata dal tribunale di Frosinone, hanno arrestato il marocchino per evasione. Il giovane è finito passato dagli arresti domiciliari al carcere.