Arrivano in Ciociaria per lavoro e per motivi di famiglia. Più raramente perché sono perseguitati e ottengono la protezione sussidiaria o umanitaria e, in casi limiti, l'asilo politico. Le strutture residenziali di accoglienza, invece, sono 13 per 145 posti.
Sono i numeri, attualizzati al 31 dicembre 2016, della presenza degli extracomunitari in provincia di Frosinone. Lo studio, a cura dell'ufficio centrale di statistica, fa una fotografia dell'accoglienza in Italia.

Il primo numero è quello dell'immigrazione legale: in Ciociaria il numero totale di permessi di soggiorno (tra nuovi e rinnovi), a tutto il 2016, è di 11.128. Solo in trenta province, tra cui Rieti per restare nel Lazio, ne sono stati rilasciati meno. Rispetto all'anno precedente si ha una crescita del 16% visto che nel 2015 i premessi di soggiorno erano 9.563, praticamente gli stessi del 31 dicembre 2014.

La pubblicazione ha analizzato i motivi più ricorrenti alla base del rilascio dei permessi. E fra questi i primi due sono i motivi di famiglia con 4.806 rilasci e il lavoro subordinato con 2.853. Vale a dire che i due sommati fanno quasi il 69% del totale dei permessi. Per lavoro autonomo e commercio altri 919 extracomunitari hanno diritto a restare nel Frusinate. Poi ci sono 710 richieste di asilo politico (in genere in Ciociaria otto su dieci vengono bocciate), 377 protezioni sussidiarie (che si accorda a chi, pur non potendo beneficiare dell'asilo, rischia di patire un danno grave alla persona ritornando nel Paese d'origine) e 302 permessi per motivo di studio. Altri 109 sono in attesa di occupazione.

La permanenza regolare in provincia di Frosinone è stata ottenuta in altri 180 casi per motivi religiosi, mentre l'asilo politico è stato concesso a 200 persone con 389 che hanno beneficiato della protezione umanitaria (quando ricorrano seri motivi di carattere umanitaria legati alla vulnerabilità della persona, in modo particolare a donne e bambini). Se per la protezione sussidiaria il permesso ha validità cinque anni, in questo caso vale due. Seguono 188 permessi per i soggiorni dei minori, 26 per residenza elettiva, 14 per motivi di salute e 12 per casi particolari legati al lavoro. Nel titolo del permesso di soggiorno risultano iscritti un totale di 1.516 persone (773 maschi e 743 femmine) di cui 1.265 minori, che incidono, in questo caso, per l'83%.
Nel rapporto tra permessi di soggiorno rilasciati agli extracomunitari e popolazione residente, Frosinone si piazza all'81esimo posto in Italia con 2.257 permessi di soggiorno ogni 100.00 residenti. Dietro ci sono solo province del Sud (e nessun'altra del Lazio) con Enna, ultima per via di 943 permessi ogni centomila abitanti. In testa si pone, invece, Prato con un indice di 17.113, davanti a Reggio Emilia con 9.745 e Modena con 9.704. Quindi Milano e Parma.
Infine risultano presenti in Ciociaria 13 strutture residenziali di accoglienza con 145 posti letto, tutte private.