Mario Teoli resta in carcere. Il gip Scalera, in accoglimento delle richieste del pm De Franco, ha ritenuto di applicare al trentenne fermato per omicidio volontario aggravato la misura cautelare in carcere. Questa mattina Mario, alla presenza del suo avvocato Angelo Pollino, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Pochi minuti fa la decisione del giudice che ha valutato "brutale" la condotta dell'indagato, ritenuto l'autore dell'omicidio del padre Antonio di 68 anni di Esperia, ex operaio Fca, trovato senza vita mercoledì sera riverso accanto al pozzo dell'abitazione familiare. Domani l'autopsia affidata alla dottoressa Lucidi