Lanciano polpette avvelenate su un balcone e il cagnolino di un bambino disabile muore poco dopo averle mangiate, a seguito di tanta sofferenza. Questa l'accusa della proprietaria, A.S. del quattro zampe, che ieri mattina è deceduto dopo atroci dolori. Ovviamente disperato il piccolo di tre anni. Il fatto si è verificato in un alloggio dell'Ater in via Sardegna.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Alatri e poco dopo anche il servizio veterinario della Asl, che ha recuperato il corpo sul quale saranno effettuati gli esami che chiariranno sulle cause della morte. Certo se il responso sarà positivo si tratterebbe di un grave gesto.

Non è la prima volta che la famiglia, come hanno tenuto a ricordare, vive questa dolorosa vicenda tanto che già in passato ha denunciato episodi del genere verso il suo cagnolino, con lancio di polpette avvelenate, piene di chiodi o pezzi di vetro.
Ma ieri si è verificato il dramma. Ora saranno le indagini a chiarire su un fatto che ha già una certezza. Triste. La morte del povero cagnolino.