Non era la prima volta. Eppure in ogni situazione simile veniva sopraffatta dalla paura. E non denunciava. A salvarla, nei giorni scorsi, è stata la forza di sua madre, intervenuta a bloccare quelle violenze psicologiche reiterate anche davanti ai bambini.

Così, dopo l'ennesima minaccia di morte, ha preso i suoi piccoli e ha lasciato l'abitazione rivolgendosi alla polizia del Commissariato di Cassino. Gli uomini del dottor Mascia hanno ricostruito l'ultimo, tremendo, episodio: il ragazzo (poco più che ventenne) dopo l'ennesimo alterco aveva lasciato l'abitazione. Tornato per riprendere alcuni oggetti, avrebbe sfogato la sua rabbia sulle suppellettili dell'appartamento riprendendo a minacciare la giovane davanti ai bambini. Poi l'arrivo della suocera e la fine di un incubo. Per lui una denuncia per minacce e maltrattamenti in famiglia.